Viaggiando ad Est, Villa Opicina. FS — Sž

Il transito di Villa Opicina, l’ultimo baluardo della rete delle Ferrovie dello Stato, al confine tra Italia e Slovenia. Un valico difficile da oltrepassare negli anni della Guerra Fredda e oggi utilizzato prevalentemente dal traffico merci. A seguito della soppressione dell’EN Venezia – Budapest nel 2011 la stazione di confine non è più interessata dal traffico passeggeri internazionale nonostante sia necessario un collegamento ferroviario tra la Slovenia e Trieste. Dal 2013, grazie ad una iniziativa delle ferrovie slovene, il valico Italia – Slovenia è di nuovo percorribile grazie all’istituzione di un collegamento ferroviario sulla relazione Villa Opicina – Sežana – Ljubljana. La partenza e la prosecuzione da e per Trieste può comunque avvenire in autobus (utilizzando le linee 4 o 39) e il tram “de Opicina” (linea numero 2, riaperta ad agosto 2014) distante 400m dalla stazione ferroviaria e il cui capolinea è situato nell’abitato di Villa Opicina (un orario aggiornato delle corse tranviarie è disponibile in fondo alla pagina).


(Capolinea e deposito del tram Opicina – Trieste)

Tante storie si rincorrono nei pochi chilometri che separano Trieste da Villa Opicina, la grande stazione sembra un ultimo tentativo di trattenerci e di riassumere nei suoi grandi spazi le fasi storiche che l’hanno vista protagonista: dai fasti dell’Impero asburgico al periodo fascista (in cui rappresentava lo snodo principale di transito verso l’Istria italiana), dai tempi del Territorio libero di Trieste agli anni della tensione sulla cortina di ferro.

Una impressione, da viaggiatore, la si avverte in quasi tutte le stazioni di frontiera che riescono spesso a trasmettere quasi un senso di solennità e di raccoglimento..


(Villa Opicina, a sinistra l’antico fabbricato di stazione in uso fino al 1963, attualmente ospita la delegazione delle ferrovie slovene)

La Slovenia, entrata oggi in Unione Europea, è riuscita a mantenere un alto tenore di vita già durante gli anni ’90, unica tra le repubbliche che componevano la ex Jugoslavia, trovandosi coinvolta marginalmente nelle furiose guerre etniche seguite alla dissoluzione dello Stato comunista. L’indipendenza della Slovenia si concluse nel tempo di poche settimane. La Slovenia con le sue peculiarità geografiche è stata per secoli una terra di incontro e di confronto tra la cultura slava, mitteleuropea e mediterranea; già negli anni ’80 gli sloveni erano i più occidentalizzati dell’area balcano – dalmata, motivo per cui si è avuto un rapido avvicinamento, dopo l’indipendenza, agli Stati dell’area economica europea. Tuttavia le atmosfere e i nomi delle località delle stazioni slovene evocano i fasti e il livello tecnologico raggiunto in campo tecnico dalla Ex Jugoslavia, un territorio oggi profondamente disomogeneo: l’efficienza stessa delle ferrovie nelle ex Repubbliche, dalla Slovenia alla Macedonia, rispecchia oggi il diverso livello economico dei singoli Stati nei quali la manutenzione delle infrastrutture procede spesso a rilento. L’impressione è che in Slovenia la vita sia rimasta pressochè normale negli anni più bui dei conflitti in Croazia e in Bosnia-Erzegovina , apportando negli anni grandi benefici al turismo.

I PUNTI DI CONFINE
Il valico ferroviario di villa Opicina è costituito da due punti di confine: il primo è posto sull’antica linea Transalpina, a binario unico, nei pressi di Monrupino / Repentabor. A seguito della variazione dei confini tra Jugoslavia e Italia, nel 1947, l’itinerario fu progressivamente abbandonato in favore di un nuovo tracciato completamente in territorio jugoslavo. Esso fu realizzato tra le località di Kreplje e Sežana (in precedenza non esisteva una linea diretta Nova Gorica – Sežana, e ciò imponeva ai treni diretti a Sežana l’espatrio in territorio italiano presso Villa Opicina). La linea “ex Transalpina” è ufficialmente aperta, seppur in disuso: fino al 1982 vi si svolgeva solo il traffico merci, mentre recentemente vi sono transitati dei treni turistici, l’ultimo in ordine di tempo è stato organizzato nel 2010.

97780006

Stazione di Repentabor (Jugoslavia) convoglio merci diretto a Villa Opicina, fine anni ’70. Fonte: http://www.vlaki.info/forum/viewtopic.php?f=18&t=4994&hilit=repentabor&start=15 Si scorge in alto sul colle il santuario della Beata Vergine Maria Assunta di Monrupino in territorio italiano

Il secondo punto di confine si trova sulla linea cosiddetta “Meridionale”, elettrificata e a doppio binario, che collega Sežana (stazione Sž) a Villa Opicina: la linea costituisce parte intermedia dell’itinerario passeggeri e merci Trieste – Ljubljana, ovvero tra Italia ed Est Europeo (Ungheria, Balcani, Romania, Grecia, Ucraina, etc.).

DSC07957modDSC07960mod
(Sežana, viaggiatori in partenza per Villa Opicina. A seguire, inizio della linea per Opicina)

DSC07963modDSC07974mod
(Tratto di linea nei pressi del confine italo-sloveno. Segue: stazione di Villa Opicina, a sinistra la linea a binario unico per Monrupino/Repentabor, a destra la linea a doppio binario per Sežana.)

E per terminare un piccolo specchietto con gliorari dei collegamenti fra Trieste e Ljubljana con partenza in tram e proseguimento in treno da Villa Opicina. Restano disponibili inoltre i collegamenti in autobus da Villa Opicina a Trieste, con i medesimi percorsi del tram, il vantaggio è unicamente di avere una fermata bus più vicina alla stazione di Villa Opicina, a circa 150m di distanza. Il costo del biglietto per entrambi i mezzi bus-tram è di 1,35 euro (tariffa Urbana di Trieste)

ORARIO DEL TRAM DI OPICINA (Aggiornato a febbraio 2016, valido dal lunedì alla domenica)

Partenze da Trieste Piazza Oberdan: 7:11 :31 :51
8:11 :31 :51
9:11 :31 :51
10:11 :31 :51
11:11 :31 :51
12:11 :31 :51
13:11 :31 :51
14:11 :31 :51
15:11 :31 :51
16:11 :31 :51
17:11 :31 :51
18:11 :31 :51
19:11 :31 :51
20:11
Partenze da Villa Opicina: 7:00 :20 :40
8:00 :20 :40
9:00 :20 :40
10:00 :20 :40
11:00 :20 :40
12:00 :20 :40
13:00 :20 :40
14:00 :20 :40
15:00 :20 :40
16:00 :20 :40
17:00 :20 :40
18:00 :20 :40
19:00 :20 :40
20:00

ORARIO DEI TRENI PASSEGGERI (aggiornato a gennaio 2016)
Treno n° 1745: Villa Opicina (7:00) – Sezana (7:10) – Ljubljana (9:00) giornaliero
Treno n° 1747: Villa Opicina (10:30) – Sezana (10:40) – Divaca (10:51) giornaliero
Treno n° 1749: Villa Opicina (13:24) – Sezana (13:34) – Ljubljana (15:27) lunedì – venerdì
Treno n° 1759: Villa Opicina (17:24) – Sezana (17:34) – Ljubljana (19:25) giornaliero
Treno n° 1761: Villa Opicina (21:19) – Sezana (21:29) giornaliero
Treno n° 1763: Villa Opicina (22:36) – Sezana (22:46) lunedì – venerdì

Treno n° 1746: Ljubljana (4:32) – Sezana (6:22) – Villa Opicina (6:33) lunedì – venerdì
Treno n° 1748: Ljubljana (8:10) – Sezana (10:00) – Villa Opicina (10:11) giornaliero
Treno n° 1758: Ljubljana (10:40) – Sezana (12:30) – Villa Opicina (12:41) lunedì – venerdì
Treno n° 1760: Ljubljana (14:33) – Sezana (16:24) – Villa Opicina (16:35) giornaliero
Treno n° 1762: Ljubljana (18:54) – Sezana (20:44) – Villa Opicina (20:55) giornaliero
Treno n° 1766: Ljubljana (19:50) – Sezana (21:40) – Villa Opicina (21:51) dal lunedì al venerdì

ESEMPI DI TARIFFE PER TRIESTE IN TRENO

DA / PER ROMA: ICN notturno, parte da Roma la sera e arriva a Trieste al mattino, viceversa la corsa corrispondente compie il tragitto inverso (2^CL. EURO 58,50)
DA / PER ROMA: IC diurno, due corse giornaliere in direzione Roma e due in direzione Trieste (2^CL. EURO 63,50)
DA / PER MILANO: REGIONALE, è necessario cambiare treno a Verona Porta Nuova e a Venezia Mestre (2^ CL. EURO 31.40; impostare una ricerca Milano Lambrate – Trieste Centrale -tutte le soluzioni-; l’orario non è vincolante, il biglietto si può utilizzare entro due mesi)
DA / PER MILANO: FRECCIABIANCA, quattro corse giornaliere in direzione Trieste e quattro in direzione Milano (2^CL. EURO 55,00)

opicina bigl SZ

ORARIO DEI TRENI PASSEGGERI (PER MEMORIA)
[Agg. novembre 2014, in via temporanea* il servizio è autosostituito con i medesimi orari]:

Villa Opicina                       p.   10:29                     17:24
Sežana  (per Ljubljana)        a.   10:30                     17:34
Treno n°                         1897 (dal lun.-ven.)        1899 (giornaliero)

Sežana  (da Ljubljana)        p.   10:15                    16:27
Villa Opicina                        a.   10:25                    16:37
Treno n°                         1896 (dal lun.-ven.)        1898 (giornaliero)
N.B. il biglietto per la tratta internazionale si può acquistare in treno o in biglietteria a Sežana al costo di 1 Euro.
* La linea area di contatto della tratta Villa Opicina – Ljubljana è stata gravemente dannegiata a causa di un fenomeno di gelicidio verificatosi a inizio febbraio 2014 determinando la sospensione trazione elettrica su tutta la linea [qui alcune immagini http://www.vlaki.info/forum/viewtopic.php?f=15&t=8036&start=15 ]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...