Viaggiando con…. SNCF– Francia

Se avete voglia di fare un viaggio originale e low-cost prendete in considerazione un treno per la Francia. La rete ferroviaria francese è tra le più ampie d’Europa con 29.046 Km di binari e 167 Km a scartamento ridotto ed è gestita dalla compagnia nazionale SNCF fondata nel 1937.

DSC00542amiens (n1)

Intercités Boulogne-sur-Mer – Paris ad Amiens (loco BB 67400)

Tutte le città principali sono connesse alla rete alta velocità TGV (Train Grand Vitesse) con origine e destinazione Parigi e alla rete di treni Intercity che servono anche le città di medie dimensioni. Sono inoltre attivi con destinazione/origine Parigi (Gare d’Austerlitz) i collegamenti di Intercité de Nuit (dal 2004 al 2012 conosciuti con il marchio Lunéa) per il sud della Francia, la Spagna e le località turistiche delle Alpi tra cui Briançon e Saint-Gervais-les-Bains.

Intercité de Nuit attivi al 04/2018 (relazioni di andata/ritorno):

– Paris Austerlitz – Portbou (Spagna) via Toulouse, Perpignan, da luglio 2017, circola venerdì e domenica.
– Paris Austerlitz – Briançon, via Crest, Die, Gap, circola tutti i giorni.
– Paris Austerlitz – Rodez via Figeac, tutti i giorni, il venerdì è prolungato fino a Albi, ritorna da Albi la domenica.
– Paris Austerlitz – Toulouse – Latour-de-Carol via Pamiers, Foix e Andorre – L’Hospitalet, tutti i giorni.
– Paris Austerlitz – Montauban – Toulouse, tutti i giorni (effettua prolungamento periodico su Cahors).

intercites_SNCF

Schema dei collegamenti Intercités in Francia (SNCF.com)

L’offerta di treni notturni tuttavia si è ridotta negli anni per la decisione del Governo Francese di tagliare la quota di finanziamenti pubblici, in concomitanza con il potenziamento dei servizi ad alta velocità diurni: dal 2016 sono quindi sospesi i treni Luxembourg – Portbou, il Paris – Hendaye – Irun (Spagna) e lo storico Nice Ville – Paris il quale, nato con la CIWL come Train Bleu, ha viaggiato ininterrottamente per 132 anni.

Le ferrovie francesi e i servizi a lunga percorrenza TGV e Intercités: TGV Hendaye – Paris a Dax, notturno Paris – Irun in manovra a Irun, Spagna, nell’impianto a doppio scartamento 1435/1668mm (loco serie BB 72000) , notturno Paris – Nice Ville e vettura letto RZD in composizione (loco serie BB 22000 – orario 2015-2016), TGV serie 4500 per Milano e TGV serie 4700 Duplex a Paris Gare de Lyon.

PERCHè PARIGI?
La capitale francese è una delle poche metropoli che in Europa è riuscita a conservare un proprio carattere peculiare, per essere stata, e in parte lo è ancora, un punto di riferimento per la letteratura, l’arte, il costume e l’architettura mondiali. L’offerta culturale è immensa a partire dai musei più famosi al mondo quali il Musée du Louvre, il Musée d’Orsay, il Centre Georges Pompidou, ma esistono in tutta la città altre decine di istituzioni e musei sempre aperti al pubblico, talvolta ad accesso gratuito, senza contare appena fuori dalla cerchia urbana (a 20 Km) la grandiosa Reggia di Versailles residenza dei sovrani di Francia fino alla Rivoluzione e patrimonio UNESCO. Parigi ha oggi la capacità di mescolare moderna razionalità e romanticismo, marketing consumistico e recupero del retrò, insieme a un certo gusto per la ricercatezza ancora vivo nell’arte e nel costume. Si tratta di un aspetto importante infatti nel mondo globalizzato le arti in genere tendono a diventare un bene accessibile a pagamento ma fatto più che altro di fruitori, si osserva ciò che è stato fatto nel passato ma non si produce. Laddove la pura attività finanziaria non ha sostituito le idee con prodotti standard, la produzione letteraria, artistica, dello spettacolo, ha una maggiore libertà, perchè se vogliamo, nasce anche per fallire.

In periodi di alta stagione le città di provincia possono essere una meta di viaggio alternativa, per: conoscere luoghi meno frequentati, fare pratica con la lingua, scoprire le tradizioni culinarie, fare escursioni, partecipare alle feste locali. Con la rete dei treni regionali TER si possono raggiungere migliaia di località segnalate su guide, siti internet, blog (le stazioni francesi sono 3029). Siti consultabili per prezzi e prenotazioni: https://www.sncf.com/sncv1/en/sub-home/17393, per gli orari: http://fahrplan.oebb.at/bin/query.exe/en

Foto: (Parigi) la Gare de Nord e il celebre Musée d’Orsay, antica stazione fino al 1958, inaugurato nel 1986 su progetto di Gae Aulenti

L’antica Gare d’Orsay nel 1970 (fonte http://www.unjourdeplusaparis.com/en/page/12?p=Find) e le stazioni di Parigi (http://petiteceinture.chez-alice.fr/carte.htm)

COLLEGAMENTI CON L’ITALIA A LUNGA PERCORRENZA

Tutti i giorni dall’Italia partono quattro treni TGV da Milano Porta Garibaldi a Paris Lyon (fermate a Torino, Oulx/Bardonecchia, Chambery, Lyon) e ritorno con offerte a partire da 35 euro, acquistabili sul sito sncf.com , in biglietteria al binario 12 di Milano Porta Garibaldi e a Torino presso i punti vendita GTT di Porta Susa, ingresso A, e Porta Nuova, binario 20. Tutte le notti circola anche il treno Euronight della società Thello (Gruppo FS) da Venezia Santa Lucia a Paris Lyon via Padova, Verona, Brescia, Milano, Domodossola, Brig, Lausanne, Sargans, Dijon Ville, con sistemazione in cuccetta (3/6 posti) e letto (posti da 3,2 o singolo), mentre per l’offerta giorno sono disponibili tre collegamenti Eurocity tra Milano Centrale e Nice Ville/Marseille St. Charles con fermate a Pavia, Genova, Savona, Sanremo, Ventimiglia, Monte-Carlo; i biglietti Thello giorno e notte sono acquistabili su trenitalia.com, alle self-service e in tutte le biglietterie FS.

Offerta Smart Thello (acquistabile fino a 7 giorni prima della partenza):

Euronight Venezia – Milano – Paris Gare de Lyon: 35 euro (C6 cuccetta a 6 posti), 55 euro (C4 cuccetta a 4 posti), 75 euro (T3 vettura letto a 3 posti), 95 euro (T2 vettura letto a 2 posti), 115 euro (S letto singolo)

Eurocity Livello 1: 15 euro Milano/Genova – Nice-Ville, 25 euro Genova – Marseille, 30 euro Milano – Marseille.

Eurocity Livello 2 (esauriti i posti per l’offerta livello 1): 25 euro Genova – Nice-Ville, 30 euro Milano – Nice-Ville, 40 euro Genova – Marseille, 45 euro Milano – Marseille
Eurocity. Prezzo normale in 1^/2^ classe: Milano – Nice-Ville 45 euro/60 euro; Milano – Marseille 70 euro/90 euro.

fonte http://www.trenitalia.com/tcom/Altri-treni/Francia

Il treno notturno Thello Venezia – Parigi (istradato via Svizzera e composto da vetture italiane FS: interno di una cuccetta UIC-X a 6 posti e vettura bar-self service tipo 1983, tra le ultime esistenti con quest’allestimento, le vetture ristoro in Italia sono state abolite dal 2008. Nel 2016 Thello diventa società a socio unico del Gruppo FS)

COLLEGAMENTI CON L’ITALIA REGIONALI E LOCALI

I collegamenti ferroviari locali tra Italia e Francia sono regolati da apposite convenzioni internazionali e operano attraverso i valichi di Ventimiglia, Limone Piemonte, Olivetta/Piene verso Ventimiglia e Bardonecchia/Modane via traforo del Frejus. I treni locali sono la scelta più economica per viaggiare nelle aree di confine, anche se la tariffa TCV (rinominata in SCIC-NRT) applicata per le sole tratte internazionali è mediamente più costosa delle tariffe regionali/nazionali, c’è da aggiungere però che i viaggi da Ventimiglia verso la Francia sono venduti da SNCF a tariffa interna francese e i viaggi da Cuneo/Limone verso le stazioni italiane, compresa Ventimiglia, a tariffa interna italiana eccetto se si scende in territorio francese.

carta ir francia3

Valico di Ventimiglia (treni TER, SNCF)

SNCF Esempi di prezzi: Ventimiglia – Nice Ville euro 8,-
Ventimiglia – Menton euro 3,30
San Remo – Nice Ville (solo treni locali con cambio a Ventimiglia) tariffa dal sito SNCF euro 10,50
Milano – Nice Ville (solo treni locali con cambio a Ventimiglia) tariffa dal sito SNCF euro 41,20 – 1^ classe euro 51,70

Ventimiglia: il piazzale viaggiatori nel 2008, la cabina A (dotata di apparato centrale elettrico per la manovra di deviatoi e segnali e in funzione fino al 2017), un TER francese per Nice affiancato a un treno regionale per Savona. La stazione di Ventimiglia è l’unica della rete FS alimentata a 1500 V cc, al fine di consentire la circolazione contemporanea dei mezzi di trazione francesi e italiani  (normalmente alimentati a 3000 V cc).

Ventimiglia: palme lungo la foce del Roia; cassetta postale delle Poste Italiane per l’interno (rossa) e per l’estero (blu)

Valico di Limone Piemonte (treni regionali FS Trenitalia, attualmente -05/2018- è in funzione un servizio di autobus sostitutivi da Limone a Ventimiglia)

FS Esempio di prezzi: Cuneo – Ventimiglia via Limone, Breil euro 8,30
Limone Piemonte – Ventimiglia euro 6,55
Cuneo – Breil-sur-Roya via Limone euro 12,80 (tariffa internazionale TCV/SCIC NRT: 35 Km FS + 40 Km SNCF)
Cuneo – Nice via Limone, Breil, Sospel euro 20,- (tar. int. TCV/SCIC NRT: 35 Km FS + 84 Km SNCF)

Valico di Olivetta-San Michele/Piene (treni Regionali FS Trenitalia, attualmente -05/2018- è in funzione un servizio di autobus sostitutivi da Ventimiglia a Limone)

FS Breil-sur-Roya – Ventimiglia euro 5,60 (tar. int. TCV/SCIC NRT: 15 Km FS + 7 Km SNCF)

Breil sur Roya, Francia: una delle principali località attraversate dalla linea Ventimiglia – Cuneo (ferrovia del Tenda), è anche capolinea della ferrovia Breil – Nice Ville (44 Km). All’esterno della stazione è ospitato “L’écomusée des transportshttp://www.breil-sur-roya.fr/tourisme/musees/l-ecomusee-des-transports.html dedicato alla storia dei trasporti e molto conosciuto anche in Italia, è aperto tutti i giorni dalle 14:00 da maggio a settembre.

Valico di Modane (Treni Regionali, FS Trenitalia)

Treni locali SFM3 Torino Porta Nuova – Modane e ritorno solo nel fine settimana: 6 coppie il sabato e 5 coppie la domenica con fermate in tutte le stazioni tra cui Bussoleno, Meana, Oulx-Cesana-Claviere, Beaulard, Bardonecchia.

Esempio di prezzi (solo treni regionali):
Bardonecchia – Modane euro 2,70
Torino P.N. – Modane euro 8,70
Milano C.le – Modane euro 17,15
Genova P.P. – Modane euro 18,40
Ventimiglia – Modane euro 18,70 (via Breil-Cuneo), euro 24,20 (via Savona-Fossano)

Curiosità

Il valico di Hendaye-Irun è uno dei punti di confine tra la rete ferroviaria francese (scartamento 1435mm) e la rete spagnola RENFE (scartamento 1668mm), il quale comprende il ponte sul fiume Bidasoa che divide le due città atlantiche. Entrambe le stazioni internazionali sono dotate di binari per il doppio scartamento e attrezzate per il cambio dei carrelli, operazione oggi effettuata quasi esclusivamente dai treni merci. Inoltre è in funzione dal 2012 anche la rete a scartamento ridotto 1000mm della regione Basca da Hendaye (Francia) a Lasarte – Oria (Spagna).  Per questa ragione il valico di Hendaye/Irun è uno dei pochi o unici al mondo a tre binari e ciascuno di scartamento differente: 1435mm (SNCF), 1668mm (RENFE), 1000mm (Euskal Trenbide Sarea)

1) il fascio binari a Hendaye in direzione di Irun (Spagna): a sinistra il binario a scartamento 1668mm e a destra a scartamento 1435mm, 2) l’inizio del ponte a doppio binario sul fiume Bidasoa, 3) il Trenhotel RENFE in sosta a Hendaye sul binario a 1668mm, 4) il binario a scartamento 1000mm poco prima del confine sul Bidasoa, 5) il valico pedonale Francia – Spagna (considerato anche l’inizio del cammino di Santiago)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...